mimosa-donne

Torta mimosa: origini e ricetta

Auguri DONNE! Oggi è una data importante, in cui celebriamo rispetto e parità.

8 Marzo perchè nel 1917 di questo giorno, donne coraggiose si batterono per porre fine alla Grande Guerra.

La mimosa (tradizione puramente italiana) fu scelto come fiore simbolo da tre partigiane: Rita Montagnana, Teresa Noci e Teresa Mattei, le tre colonne portanti del femminismo italiano. Era un fiore povero, facilmente reperibile in tutte le campagne italiane.

E come siamo arrivati alla torta?

La torta Mimosa nasce sempre in Italia, precisamente a Roma, intorno agli anni Cinquanta, l’intento era quello di creare un dolce che sarebbe entrato nella storia come simbolo della ricorrenza femminile. L’idea è stata quella di richiamare il più possibile la forma e il colore della mimosa. Un’altra teoria vuole invece che questa torta sia nata dalle abili mani del cuoco Adelmo Renzi che progettò per primo questa torta nel suo ristorante a Rieti, la presentò poi a un concorso culinario a Sanremo che decretò la torta mimosa il dolce simbolo della famosa città dei fiori.

Una torta che ha avuto diverse aggiunte:

Torta Mimosa dark, realizzata con pan di spagna e farcia al cioccolato

– una versione analcolica, al posto del rum si aggiunge alla bagna, del succo d’arancia.

Se dovesse avanzare qualcosa, il pan di spagna è perfetto per realizzare dei buonissimi cake-pops alla mimosa.

Vediamo però la ricetta classica:

Ingredienti

  • La torta parte da una base di pan di spagna che potete o realizzare secondo la vostra ricetta oppure comprare già fatti, in questo caso ce ne servono 2

Crema pasticcera:

  • 100g di panna
  • Limone o Vaniglia a scelta
  • 100g zucchero
  • 400g latte (anche di soia o riso)
  • 100g di tuorlo
  • 20g di amido

Crema Chantilly

  • 100g Panna fresca
  • 10g Zucchero a velo

La bagna

  • 200g di zucchero
  • 200g d’acqua
  • Rum a piacere

Tempi

  • Tempo di preparazione: 40m (senza preparazione pan di spagna)
  • Tempo di cottura: 50m, se fate il pan di spagna altrimenti zero

Difficoltà

  • Media

Preparazioni

  • Iniziate prima di tutto a preparare il pan di spagna, se come noi l’avete comprato già fatto dovete tagliarne uno in piccoli cubetti, e nell’altro con un coltello seghettato dividete tre strati.

Preparazione della crema pasticcera

  • Mettete a bollire a fuoco basso il latte unito allo scorza di limone o ai baccelli di vaniglia (che poi verrà rimossa)
  • Versate i tuorli in una casseruola e aggiungete lo zucchero, mescolate vigorosamente con un cucchiaio
  • Continuando a mescolare, poco alla volta, aggiungete l’amido finchè tutto non si sarà amalgamato
  • Sempre continuando a mescolare aggiungete il latte precedentemente bollito
  • Mettete la crema sul fuoco e fate bollire per 3-4m
  • Riponete la crema in un ciotola fredda

Preparazione della bagna

  • Sciogliete acqua e zucchero in un pentolino a fuoco medio
  • Una volta creato lo sciroppo lasciatelo raffreddare leggermente e aggiungete il rum (o liquore a scelta)

Composizione della torta

  • Ponete il primo strato di pan di spagna su un piatto e inumiditelo con la bagna aiutandovi con un pennello da cucina
  • Stendete la crema pasticcera
  • Continuate così per i successivi strati
  • Arrivati all’ultimo strato dovete spatolare l’intera torta, o con semplice panna montata o con la crema Chantilly
  • Ricoprite l’intera torta con i cubetti di pan di spagna, anche sui bordi
  • Lasciate riposare la torta almeno 1h nel frigo e poi decorate a piacere