panettone

Panettone: quali sono le sue origini?

Il panettone è sempre presente sulle tavole italiane durante il periodo natalizio,  gustandolo in compagnia tra una giocata a tombola e l’altra, ma conosciamo le sue vere origini ?

In realtà non ci sono fonti precise ma sembra che le sue radici risalgano alla tradizione medievale di celebrare il Natale con un pane più ricco di quello quotidiano, con lievito, miele,uva e zucca, nella città di Milano intorno al ‘200.

Il suo nome deriva appunto dalla sua forma grande rispetto alle altre forme di pane e veniva posto direttamente in forno.

Fu negli anni 20 che avvenne la svolta,  Angelo Motta in quegli anni aveva una pasticceria in via Chiusa vicino le Colonne di San Lorenzo a Milano, qui, a Pasqua, si recò il Signor Rijoff, russo emigrato in Italia per sfuggire dalla Rivoluzione Bolscevica, e ordinò 200 kulich, un dolce lievitato tradizionale messo in stampi cilindrici.

Forse, proprio ispirandosi ad esso, Motta circondò il panettone di fasce di carta-paglia affinchè lievitasse e crescesse verso l’alto, con la sua forma tipica a “tappo di champagne”, quasi a celebrare la crescita e l’importanza del preparato.

Il suo rivale pandoro, fu inventato 150 anni dopo , precisamente nel 1884.

Oggi è probabilmente uno dei dolci più venduti.